versione accessibile    |    versione mobile    |    mappa del sito    |    newsletter    |    contatti
 GMG 2011 » Mediacenter » 2010 » Marzo » X Forum internazionale dei giovani 
X Forum internazionale dei giovani   versione testuale
Il cardinale Rylko:«Ragazzi vivete l'amore autentico»

«Ragazzi vivete l’amore autentico» 
 Il cardinale Rylko: famiglia e matrimonio non sono realtà superate

 Amore? Una delle parole «più usate, abusate e travisate». Un’utopia? «Non credo che matrimonio e famiglia, che si fonda­no sull’amore, siano realtà ormai su­perate e senza futuro. Anzi, l’amore che Cristo ci insegna è bello e possi­bile: vale la pena puntarci tutta la vi­ta ». Indica «traguardi difficili» e sgom­bra il campo da equivoci e banaliz­zazioni, il cardinale Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio consiglio per i laici, che ha promosso dal 24 marzo a oggi il X Forum internazionale dei giovani proprio sul tema «Imparare ad amare». Un argomento spinoso e cruciale, che può prestare il fianco a «riduzioni moralistiche o sentimen­talismi superficiali». Mentre una del­le sfide più grandi a cui sono chiamati i giovani «è proprio quella di scopri­re, spesso in una selva di surrogati proposti e imposti dal mondo, un a­more autentico sul quale valga la pe­na giocarsi la vita, coltivando la pro- pria capacità di donarsi», osserva il porporato.
Scegliere di rispondere una chiama­ta che duri per tutta l’esistenza, tut­tavia, oggi sembra forse più difficile di ieri, nello scenario di una «emergen­za educativa, ambito al quale Bene­detto XVI dedica grande attenzione». Ma quali le cause di questa situa­zione? « Innanzitutto, l’incapacità degli adulti di trasmettere alle gio­vani generazioni valori e regole fon­danti. C’è una preoccupante scar­sità di ambienti educativi veri, di sal­di riferimenti e modelli positivi cui ispirarsi», fa notare Rylko, con una precisazione: anche le famiglie non riescono a porre un freno a questa deriva, perché «falcidiate dalla pia­ga del divorzio». Non manca un ripiegamento verso «un individualismo esasperato e sem­pre più diffuso», che genera «narcisi ermeticamente chiusi, incapaci di re­lazionarsi con gli altri, specialmente con le persone dell’altro sesso, e an­che affettivamente immaturi». Così optare per la «scuola dell’amore» au­tentico richiede indubbiamente «il coraggio e la forza di andare contro­corrente, ma non mancano i giovani che sono ancora capaci di scegliere l’amore vero come loro programma di vita e che ne vanno fieri».
Quale il possibile alfabeto dell’amo­re cristiano nel terzo mil­lennio, dunque? Appas­sionarsi alla «logica del dono», tanto per comin­ciare, per scoprire la bel­lezza di un «cammino e­sigente, che richiede ca­pacità di sacrificio e di ri­nuncia, trama segreta del nostro amore per l’altro». In quest’ottica, assume valore la castità, «ormai ridicolizzata e disprezzata come insensato residuo del passato. Al contrario, è espressio­ne di una condotta decisamente po­sitiva nei confronti della sessualità u­mana, di cui riconosce e apprezza il valore, e tende a viverla in armonia con la vocazione della persona». Un percorso impegnativo, quindi, «esi­gente ma anche affascinante, da ri­prendere quotidianamente, che non può non conquistare il cuore dei gio­vani », sostiene il presidente del dica­stero vaticano per i laici, ricordando che la Chiesa accompagna e segue con attenzione questo cammino di crescita.
Per poter amare davvero, infatti, occorre tagliare il traguardo della maturità ostacolato «dalla banaliz­zazione del sesso e dalla sua pericolosa regressio­ne agli stadi infantili e preadolescenziali: com­portamenti che ai nostri tempi sono diventati la normalità». Vale la pena, invece, op­tare per «l’amore vero: costa e ha un prezzo molto alto: perché ci appar­tenga, dobbiamo essere pronti a da­re qualcosa... Ma è il solo che dà sen­so e valore alla nostra esistenza, per­ché possiamo costruire giorno dopo giorno una civiltà dell’amore».
 
 
Fonte: Avvenire del 28 marzo 2010
 
Radio Vaticana
Rai Religione Cattolica
Radio inBlu
TV 2000
Avvenire
Santa Sede
l'Osservatore Romano
Chiesa Cattolica Italiana
Pastorale giovanile
Agorà dei giovani
GMG sito ufficiale
Agensir