Newsletter GMG 2011 -  N.36 del  08/12/2010 - newsletter@gmg2011.it
07/12/2010
con gioia grandissima affidiamo alla Beata Vergine Maria Immacolata tutta la preparazione alla GMG che si sta fecendo nelle nostre diocesi, associazioni, movimenti, gruppi, parrocchie. Alla Madonna chiediamo il dono di camminare in comunione, nella pace, nell’unità. A lei vogliamo affidare tutti i giovani del mondo specialmente quelli che si stanno perdendo, vittime del male e dell’inganno
Nostra Signora dell'Almudena - Patrona di Madrid
L´immagine di Santa Maria la Reale dell'Almudena, precedentemente denominata Santa Maria Maggiore, venne scoperta nell'anno 1085 durante la conquista della città ad opera del re Alfonso VI, in un anfratto della muraglia, vicino alla cosiddetta porta della Vega, ubicata nell'antica Moschea, per il culto e la devozione della Corte e della popolazione di Madrid.
Secondo la Storia di Madrid la sua devozione è riscontrabile sia nelle cronache locali sia in quelle di palazzo.
Non esistono informazioni esatte riguardo all'età dell'Immagine né rispetto al suo culto, ma si sa che almeno trecento anni prima di ritrovarla, intorno all'anno 700, venne nascosta per Decreto dell'Arcivescovo di Toledo, don Raimundo.
Un'antichissima leggenda o tradizione dice che "quando l'Apostolo Giacomo venne da Gerusalemme a predicare in Spagna, portò a questa coronata cittadina di Madrid, la miracolosa immagine che oggi viene chiamata dell'Almudena e la collocò in questa chiesa, in compagnia di uno dei dodici discepoli chiamato san Calogero, che fu il primo a predicare in essa nell'anno del Signore 38..." (Secondo quanto si legge in una iscrizione del 1640).
Il nome di Santa Maria dell'Almudena fu dato dopo la Riconquista (1085) quando l'Immagine fu scoperta dal re Alfonso VI. Con l'obiettivo di ritrovare la vecchia Immagine, organizzò una processione intorno alla muraglia, guidata da lui stesso, dal clero, dalla nobiltà e dalla popolazione di Madrid. Mentre si pregava Dio che l'immagine apparisse, appena la processione passò davanti ad un anfratto dedicato a "almudith" (deposito di grano che i musulmani chiamano "Almud", cioè "misura"), caddero diverse pietre che tappavano il foro dove si trovava l'Immagine della Vergine, chiamata da allora dell'Almudena. Tutti rimasero stupiti del fatto che le candele erano ancora accese dopo tre secoli. Per questo l'Immagine ha una carnagione scura. A partire da quel giorno, il 9 di novembre dell'anno 1085, viene considerata dalla popolazione la Patrona di Madrid. Certamente l'immagine dev'essere precedente al 712, anno in cui Madrid fu conquistata dall'Islam e l'immagine nascosta.
Il Papa Pio X la dichiarò per sovrano decreto dell'agosto 1908 Patrona di Madrid, segnalando il giorno 9 di novembre come festivo: "Acclamata dalla Chiesa è Nostra Signora dell'Almudena, patrona di Madrid". Il Papa Paolo VI, il 1° giugno 1977, tramite un Breve Apostolico scrisse: "Dichiariamo per sempre la Beata Vergine Immacolata, con il titolo di Almudena, principale patrona davanti a Dio dell'Arcidiocesi di Madrid-Alcalà".
Comunque sia, già da molto tempo, sia le autorità civili sia quelle ecclesiastiche, hanno venerato come Patrona la Vergine dell'Almudena nel suo Tempio di Santa Maria Maggiore.
Secondo un documento dell'archivio della Cattedrale, nell'anno 1640, a motivo dello spostamento dell'immagine al suo Tempio dopo il restauro dello stesso, si ordina di pubblicare e distribuire in tutta Madrid, com'era abitudine, ovvero nelle chiese e nei luoghi pubblici, l'editto che proclama come più antica e unica Patrona della cittadina: "Presidiando la cattedra Apostolica, il nostro Santissimo Padre Urbano VIII, nell'anno decimo sesto del suo Pontificato, e regnando in Spagna il nostro Principe e Monarca Filippo VI, il Grande, ed essendo correggente della cittadina di Madrid, il signor Juan Ramírez Fariñas, la nobilissima e coronata cittadina di Madrid, grata dei benefici e ricompense che ogni giorno riceve dalla Santissima e Antichissima Immagine di Nostra Signora Santa Maria la Reale dell'Almudena, sua Patrona, avendo stampato otto giorni prima fogli con l'inventario delle armi, acclamandola tramite essi Patrona ed esponendoli come d'uso in tutte le chiese e i luoghi pubblici senza eccezione alcuna, in questo giorno ventisei di agosto di quest'anno, avendo riunito le persone illustri delle Comunità di questa cittadina e il plauso del pubblico."
 
Alla Santa Maria la Reale dell'Almudena è dedicato un inno, che viene cantato da tutti i fedeli madrileni con devozione:
SALVE SIGNORA DALLA CARNAGIONE SCURA / VERGINE E MADRE DEL REDENTORE / SANTA MARIA DELL'ALMUDENA / REGINA DEL CIELO / MADRE D'AMORE / TU CHE SEI STATA / NASCOSTA TRA I MURI / DI QUESTA CARA / E VECCHIA MADRID / OGGI RISPLENDI / DAVANTI AL TUO POPOLO / CHE TI VENERA / E CONFIDA IN TE / SOTTO AL TUO MANTO / VERGINE SEMPLICE / CERCANO I TUOI FIGLI / LA PROTEZIONE / TU SEI PADRONA / DELLA NOSTRA CITTADINA / MADRE AMOROSA / TEMPIO DI DIO / AMEN.
...
@Copyright 2010 GMG 2011

Questa e-mail ti è stata inviata perché ti sei iscritto alla newsletter o sei entrato in contatto con www.gmg2011.it
Se non desideri più ricevere questa newsetter clicca qui e verrai rimosso dal nostro sistema.